#

LINEE GUIDA PER LA RIAPERTURA DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE E SOCIALI

Il 2 Dicembre 2021 sono state approvate, con ordinanza del Ministero della Salute, le linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali, con entrata in vigore il 6 Dicembre 2021 sulla Gazzetta Ufficiale n.290.

Questo documento va a sostituire il precedente decreto-legge n.52 pubblicato il 29 Maggio 2021 ed, essendosi dimostrato efficace per favorire l’applicazione delle misure di prevenzione e contenimento nei diversi settori economici trattati, è stata mantenuta sempre la stessa impostazione sintetica per un’immediata applicazione, gli indirizzi contenuti sono stati integrati, anche in un’ottica di semplificazione e coerenza tra settori che presentano rischi comparabili tra loro, con alcuni elementi conoscitivi, legati all’evoluzione dello scenario epidemiologico e delle misure preventive adottate, come la vaccinazione anti COVID-19 e l’introduzione della Certificazione Verde COVID-19.

Il presente documento individua i principi di carattere generale per contrastare la diffusione del contagio, come norme igieniche e comportamentali, utilizzo dei dispositivi di protezione e distanziamento, senza entrare nel merito delle specifiche misure di prevenzione per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, per le quali si rimanda al decreto legge n.172 del 26 Novembre 2021.

Il documento specifica anche che, in base all’evoluzione dello scenario epidemiologico, le misure previste potranno essere rimodulate, anche in senso più restrittivo.

Viene inoltre evidenziato che, nella fase attuale nella quale la campagna vaccinale è in corso e le indicazioni non escludono la possibilità del soggetto vaccinato di contagiarsi, pur senza sviluppare la malattia e diffondere il contagio, la presentazione della Certificazione Verde COVID-19 non sostituisce il rispetto delle misure di prevenzione e contrasto della diffusione del contagio, come l’utilizzo della mascherina in ambienti chiusi.

Le aree tematiche in cui sono suddivise le linee giuda sono:

– ristorazione e cerimonie;

– attività turistiche e ricettive (stabilimenti balneari e spiagge);

– cinema e spettacoli dal vivo;

– piscine termali e centri benessere;

– servizi alla persona;

– commercio;

– musei, archivi, biblioteche, luoghi della cultura e mostre;

– parchi tematici e di divertimento;

– circoli culturali, centri sociali e ricreativi;

– convegni e congressi;

– sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò;

– sagre e fiere locali

– corsi di formazione;

– sale da ballo e discoteche.

 

Di seguito il link per la consultazione del testo integrale delle nuove linee guida:

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/12/06/21A07252/sg

eco#verde