#

CORONAVIRUS – LINEE GUIDA PER IL SETTORE DEI TRASPORTI

L’11 Novembre 2021 è stata sottoscritta un Ordinanza dal Ministero della Salute e dal Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile che aggiorna e sostituisce il “Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 nel settore del trasporto e della logistica”

Le novità per quanto riguarda gli adempimenti comuni per tutti i settori sono:

– il controllo della Certificazione Verde deve essere svolto preferibilmente prima della salita sui mezzi di trasporto da parte di personale appositamente individuato;

– confronto costante tra il Comitato e i datori di lavoro per l’applicazione e la verifica del protocollo e la possibilità di attivare punti vaccinali nei luoghi di lavoro;

– i corsi di formazione in zona bianca e gialla sono consentiti in presenza nel rispetto dei protocolli di sicurezza e sono garantiti corsi per titoli e certificazioni obbligatorie richieste al personale viaggiante;

– devono essere predisposte necessarie comunicazioni a bordo dei mezzi, aggiornate in relazione all’evoluzione delle regole per contenere il virus, anche mediante l’apposizione di cartelli che indichino le corrette modalità di comportamento dell’utenza con la prescrizione che il mancato rispetto potrà contemplare l’interruzione del servizio.

Nello specifico, nel settore di autotrasporto merci, le novità prevedono che:

– se possibile, gli autisti dei mezzi di trasporto devono rimanere a bordo per propri mezzi se sprovvisti di guanti e mascherine;

– il veicolo può accedere all’area di carico/scarico anche se sprovvisto di DPI, purché non scenda dal veicolo o mantenga la distanza di un metro dagli altri operatori;

– nell’area carico/scarico deve essere assicurato che le necessarie operazioni propedeutiche e conclusive del carico/scarico delle merci e la presa/consegna dei documenti avvengano senza contatti diretti tra gli operatori e gli autisti e nel rispetto della distanza interpersonale di due metri;

– l’accesso agli uffici delle azienda diverse dalla propria è consentito secondo le modalità previste dall’azienda, che garantiscano comunque la corretta e tempestiva esecuzione delle operazioni di sicurezza, nonché per l’utilizzo dei servizi igienici appositamente dedicati nei quali dovrà essere garantita una adeguata pulizia giornaliera e la presenza di gel detergenti e igienizzanti per le mani;

– le consegne di pacchi, documenti e altre tipologie di merci espresse possono avvenire senza contatto tra i riceventi, anche via web, previa nota informativa alla clientela; nel caso di consegne a domicilio le merci possono essere consegnate senza contatto con il destinatario e senza firma di avvenuta consegna, si raccomanda di utilizzare modalità di pagamento online o no contact; se non fosse possibile si raccomanda la sanificazione delle manie e l’utilizzo delle mascherine ogni qualvolta l’attività non sia svolta in condizioni di isolamento;

– se fosse necessario lavorare a distanza interpersonale minore di un metro, anche in ambienti all’aperto, è necessario l’utilizzo delle mascherine.

Per il servizio di trasporto non di linea (taxi, NNC) le novità prevedono che il passeggero non occupi il posto disponibile accanto al conducente; sui sedili posteriori non potranno essere trasportati, distanziati il più possibile, più di due passeggeri, se non componenti dello stesso nucleo familiare; il conducente ha l’obbligo di indossare una mascherina chirurgica; all’interno del veicolo è possibile installare paratie divisorie tra conducente e passeggero.

Di seguito il link per la visione dell’Ordinanza:

https://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/dettaglioAtto?id=83895

eco#verde