#

IGIENIZZAZIONI – DISINFEZIONI E SANIFICAZIONI SARS Cov-2

Le superfici devono essere pulite regolarmente avendo cura di rimuovere lo sporco tramite appositi
detergenti e successivamente igienizzate tramite l’uso di soluzioni alcoliche al 70% o di soluzioni a base di ipoclorito di sodio almeno allo 0,1% – 0,5%

•La igienizzazione consiste nella pulizia a fondo con sostanze in grado di rimuovere o ridurre gli agenti patogeni su oggetti e superfici. Le sostanze igienizzanti (es. ipoclorito di sodio o candeggina) sono attive nei confronti degli agenti patogeni, ma non sono considerate disinfettanti in quanto non
autorizzati dal Ministero della Salute come presidi medico chirurgici.

• La disinfezione è il procedimento che con l’utilizzo di sostanze disinfettanti riduce la presenza di agenti patogeni, distruggendone o inattivandone in una quota rilevante ma non assoluta.

•La sanificazione è l’intervento globalmente necessario per rendere sano un ambiente, che comprende le fasi di pulizia, igienizzazione e/o disinfezione, e di miglioramento delle condizioni ambientali

Se utilizziamo un prodotto con cloro al 5% per ottenere la giusta percentuale di 0,1% di cloro attivo bisogna diluirlo cosi:
• 100 ml di prodotto (al 5%) in 4900 millilitri
di acqua, oppure
• 50 ml di prodotto (al 5%) in 2450 millilitri
di acqua

Per ottenere la giusta percentuale di 0,5% di cloro attivo bisogna diluirlo così:

• 1 litro di prodotto in 9 litri di acqua;
oppure
• 1/2 litro di prodotto in 4,5 litri di acqua;
oppure
• 100 ml di prodotto in 900 millilitri di acqua

• Sia durante che dopo le operazioni di pulizia delle superfici è necessario arieggiare gli ambienti.

Per ottenere la giusta diluizione alcool etilico al 70-72% si può fare così:
Per realizzare 1 litro di prodotto: utilizzare 800 ml di alcool al 90% e 200 ml
di acqua.

eco#verde