#

MISURE URGENTI PER IL SUPERAMENTO DELLE MISURE DI CONTRASTO ALLA DIFFUSIONE DEL COVID-19

Il 17 marzo 2022 è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il Decreto Legge recante “Misure urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza”.

Le azioni previste di rilevante importanza sono:

– termine dello stato di emergenza COVID-19 previsto per il 31 marzo;

– obbligo fino al 30 aprile 2022 delle mascherine di tipo FFP2 sui mezzi di trasporto e per gli spettacoli pubblici;

– uso di mascherine chirurgiche negli ambienti di lavoro;

– dal 1 aprile la capienza negli impianti sportivi può riprendere al 100%;

– a partire dal 31 marzo decade l’iter di chiusura del sistema a zone colorate per le regioni;

– a partire dal 31 marzo viene superato il sistema del green pass;

– a partire dal 31 marzo vengono eliminate le quarantene precauzionali;

– dal 1 aprile l’accesso ai luoghi di lavoro può avvenire con l’esibizione del green pass base, mentre dal 1 maggio l’accesso può avvenire senza obblighi;

– fino al 31 dicembre 2022 resta l’obbligo del vaccino per i sanitari e per le Rsa;

– fino al 31 dicembre 2022 resta l’obbligo dell’esibizione del green pass per le visite nelle Rsa, negli hospice e nelle degenze degli ospedali;

– nelle scuole dell’infanzia è prevista la didattica in classe fino a 4 casi, con uso di mascherine FFP2 per docenti e bambini da sei anni per dieci giorni e tamponi ai sintomi e al quinto giorno; per ogni altro ordine, grado e formazione professionale è prevista l’attività in classe fino a 4 casi, con uso di mascherine FFP2 per docenti, bambini e ragazzi  per dieci giorni, tamponi ai sintomi e al quinto giorno e didattica digitale integrata per l’alunno positivo, con tampone negativo per il rientro in presenza;

– prorogato il personale di emergenza fino al 15 giugno 2022;

– fine dei poteri emergenziali del Capo della Protezione Civile;

– dal 1 gennaio 2023 la gestione della nuova campagna vaccinale e contrasto alla pandemia è a capo del Ministero della Salute.

eco#verde